TribalTOwn Africa Festival 2017

giov 6, ven 7, sab 8, dom 9 luglio 2017

TribalTOwn Africa Festival [giov 6, ven 7, sab 8, dom 9 luglio]

Quattro giorni dedicati alla cultura africana, raccontata attraverso danza, musica e cibo. La manifestazione nasce con l’intento di offrire tempi e luoghi di conoscenza di culture lontane, ma presenti e radicate nel territorio cittadino.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

Organizza: Ass. Cult. Tamra.

In collaborazione con: Fondazione Mirafiori, Casa nel Parco, Locanda nel Parco, Associazione Museo Nazionale del Cinema, Teatro Dravelli e Zonafranca Spazi Interculturali Onlus.
Info e dettagli: Fb TribalTOwn Africa Festival


 

ECCO IL PROGRAMMA TRIBALTOWN AFRICA FESTIVAL 2017.

COME DA TRADIZIONE L’INGRESSO A TUTTI I CONCERTI E’ GRATUITO

scarica il comunicato stampa

06.07.08.09 LUGLIO 2017
CASA NEL PARCO / PARCO COLONNETTI / VIA PANETTI 1 / TORINO

 

//LIVE

GIOVEDÌ 06
H 21.00 / CONCERTO INAUGURALE “APPEL TAM TAM” diretto da Magatte Dieng con i GIOVANI GRIOT DI TORINO
H 21.30 / FILM “12 ANNI SCHIAVO” a cura di ass. Museo Nazionale del Cinema

VENERDÌ 07
H 18.00 / TAVOLA ROTONDA a cura di Zonafranca Spazi Interculturali onlus
“LAVORONERO. DIRITTI NEGATI E MIGRANTI NELLE SOCIETÀ EUROPEE”
H 20.00 / APERICENA MULTIETNICA
H 20.30 / DANZA DEL VENTRE
H 20.45 / PERFORMANCE ROSSELLA XILLOVICH
H 22.00 / CONCERTO ARCOTS (per la prima volta in Italia) con la partecipazione straordinaria di PAPE MOUSSA SONKO

SABATO 08
H 20.00 / APERICENA MULTIETNICA
H 21.30 / CONCERTO TATÉ NSONGAN
H 22.30 / CONCERTO AFRICAN GRIOT DI MILANO

DOMENICA 09
H 20.00 / APERICENA MULTIETNICA
H 21.30 / CONCERTO JAZIRA
H 22.30 / DUNUNMBA

//STAGE
/DANZA

SABATO 08
H 10.00-12.00 / SALY DANSE / Afro tradizionale del Mali
H 12.30-14.30 / SOLO DIEDHIOU / Doun Doun
H 15.00-17.00 / ROSSELLA XILLOVICH / Afro Contemporanea
H 17.30-19.30 / SOLO DIEDHIOU / Sabar

DOMENICA 09
H 10.00-12.00 / SALY DANSE / Afro tradizionale del Mali
H 12.30-14.30 / SOLO DIEDHIOU / Doun Doun
H 15.00-17.00 / SIMONA BRUNELLI / Afro Contemporanea
H 17.30-19.30 / SOLO DIEDHIOU / Sabar

/PERCUSSIONI
SABATO 08
H 11.00-13.00 / BALLA NAR NDIAYE ROSE / Sabar
H 16.00-18.00 / CHEIKH FALL / Djembe
DOMENICA 09
H 11.00-13.00 / BALLA NAR NDIAYE ROSE / Sabar
H 16.00-18.00 / CHEIKH FALL / Djembe
INFO E PRENOTAZIONI STAGE: +39 351 018 8139 / tribaltown@yahoo.com

 

Comunicato stampa

TORINO CASA NEL PARCO 06-07-08-09 LUGLIO

Per il sesto anno consecutivo, la Casa nel Parco di Mirafiori Sud si prepara ad accogliere l’energia dirompente e contagiosa dei protagonisti del TribalTOwn Africa Festival 2017: artisti che dal Senegal approdano per la prima volta in Italia, come gli Arcots, e musici e danzatori africani che vivono stabilmente in Europa, come Balla Nar Ndiaye Rose.

L’inaugurazione del Festival, giovedì 6 luglio 2017 alle 21.00, è affidata a Magatte Dieng (ideatore e direttore artistico del TribalTOwn) e i Giovani Griot di Torino che eseguiranno “Appel Tam Tam”, la chiamata dei tamburi.
Seguirà la proiezione del film “12 anni schiavo”, a cura dell’Associazione Nazionale del Cinema.

Venerdì 7 luglio, alle 18.00, si svolgerà la tavola rotonda “Lavoronero – Diritti negati e migranti nelle società europee”, a cura di Zonafranca Spazi Interculturali Onlus.
Introduce e coordina Davide Rigallo, Segretario regionale AICCRE Piemonte.
Intervengono: Monica Cerutti, Assessora all’immigrazione della Regione Piemonte – Lamine Sow, Coordinatore Dipartimento Immigrazione CGIL Piemonte – Modou Gueye, Presidente Associazione Sunugal – Alberto Mossino, PIAM Asti – Gianfranco Crua, Carovane Migranti – Claudio Amerio, Progetto start up impresa agricola sociale Maramao

La serata musicale prenderà il via alle 21.30 con il concerto degli Arcots, compagnia di percussionisti e danzatori senegalesi per la prima volta in Italia, con la partecipazione straordinaria di Pape Moussa Sonk.

Doppio concerto sabato 8 luglio, dalle 21.30, con il camerunense Tatè Nsongan e la sua band (Matteo Sabetta: voce, piano – Paul Sogno: voce, basso – Samba Fall Mbaye: voce, batteria – Cristina Ramat: voce) e a seguire Balla Nar Ndiaye Rose con gli African Griot di Milano.

Il TT2017 si chiuderà domenica 9 luglio, alle 21.30, con il concerto di Jazira.
Al termine dei concerti si svolgerà la tradizionale Jam Session di DUNUMBA in tipico stile senegalese,

con la partecipazione degli artisti che si sono esibiti sul palco.

Tutte le sere del festival a partire dalle 19.30, nella Casa nel Parco sarà possibile gustare i piatti tipici della cucina senegalese e l’italianissima pizza.

 

LABORATORI E STAGE 2017 /

sabato 8- domenica 9 luglio
Una delle caratteristiche fondanti del TribalTOwn è l’occasione per gli appassionati di musica e

PER INFORMAZIONI: www.associazionetamra.wix.com/home – fb TRIBALTOWNFEST

TORINO CASA NEL PARCO 06-07-08-09 LUGLIO

danza afro di partecipare a una due giorni intensiva di laboratori e stage diretti da artisti di fama internazionale.
Quest’anno gli stage di danza saranno con Saly Danse, Rossella Xillovich, Simona Brunelli e Solo Diedhiou.

I laboratori di percussioni saranno tenuti da Balla Nar Ndiay Rose e Cheikh Fall.

TribalTOwn Africa Festival 2017 è organizzato dall’Associazione Culturale Tamra, patrocinato dalla Regione Piemonte e dal Comune di Torino, sostenuto dalla Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus e realizzato in collaborazione con la Locanda nel Parco, la Casa nel Parco e Zonafranca Spazi Interculturali Onlus.

Partner: Fondazione Dravelli, Associazione Culturale Musicale Serengheti, Associazione Museo Nazionale del Cinema.
Media partner: Border Radio.

 

PROGRAMMA LIVE:

GIOVEDì 6 LUGLIO
ORE 21.00 MAGATTE DIENG E I GIOVANI GRIOT DI TORINO
Gli artisti che costituiscono i Griot di Torino sono figli e nipoti del primo batterista di Youssou ‘Ndour. Cresciuti a Louga, una città del Senegal importante per essere punto di riferimento per le attività artistiche e culturali del Paese, dove ha sede il Fes Fop, il Festival internazionale del Folklore Popolare, questi artisti hanno appreso qui l’arte della danza, del canto e delle percussioni. Appartengono infatti all’antichissima casta dei Griot: ad essi è da sempre stata affidata la funzione di intrattenere la popolazione con le percussioni, le danze e i canti, allietando le feste e raccontando storie. Nei tempi più antichi, i griot avevano il compito di comunicare messaggi di villaggio in villaggio, attraverso i tam-tam e di cantare le gesta dei re e degli eroi. Ancora oggi, oltre a divertire con la propria musica, sono chiamati a celebrare i momenti più importanti della vita sociale, come i matrimoni e le nascite. I loro spettacoli sono trascinanti, ricchi di virtuosismi e carichi di energia, vitalità ed allegria. Le esibizioni si basano soprattutto sulle percussioni tradizionali senegalesi.

ORE 21.30 FILM “12 anni schiavo” (12 Years a Slave) è un film del 2013 diretto da Steve McQueen. Tratto dall’omonima autobiografia di Solomon Northup, opera del 1853, il film ha vinto il Premio

Oscar come miglior film nel 2014. Gli interpreti principali sono Chiwetel Ejiofor nel ruolo del protagonista, Michael Fassbender, Benedict Cumberbatch, Paul Dano, Paul Giamatti, Brad Pitt, quest’ultimo anche produttore della pellicola, e Lupita Nyong’o, vincitrice dell’Oscar alla miglior attrice non protagonista.

VENERDI’ 7 LUGLIO
ORE 18.00 TAVOLA ROTONDA “Lavoronero – Diritti negati e migranti nelle società europee”
Per la maggior parte dei migranti che arrivano in Italia e negli altri paesi Ue (tra questi, molti profughi) il lavoro non si presenta come un diritto e un’opportunità, ma come un elemento di discriminazione e di esclusione sociale. La legge 189/2002 (Bossi-Fini), tutt’ora vigente, vincola infatti la legalità dell’ingresso e della permanenza di un migrante a un requisito sempre più difficile da ottenere e privo di adeguata tutela: l’accesso a un’occupazione regolare. I contesti lavorativi sono sempre campi di forze in cui i diritti delle persone stentano ad affermarsi, soprattutto in mancanza di politiche di sviluppo e adeguate e di tutele sociali. Vale per tutti, migranti e non. Per i primi, tuttavia, ne va della loro stessa presenza sociale, del loro stesso esserci. Di più. Sfruttamento, ricatto, forme di caporalato, lavoro nero, sottopagato o, addirittura, non retribuito sono fenomeni che hanno spesso come vittime i migranti. Oltre a ciò, molti soggetti che lavorano con i migranti sono marginalizzati dall’esiguità delle risorse e da scelte politiche europee e nazionali che preferiscono rispondere alle migrazioni con politiche di difesa, finanziando strutture militari o di controllo anziché azioni di assistenza e inserimento sociale. I diritti valgono per tutti, ma la lotta per la loro tutela comincia innanzitutto dalle categorie più vulnerabili, più discriminate e meno rappresentate: i migranti sono tra queste. Conoscere il loro sfruttamento, operare per contrastarlo significa lavorare per rendere il lavoro un diritto per tutti.

ORE 21.30 PAPE MOUSSA SONKO E GLI ARCOTS
Pape Moussa Sonko è il coreografo e primo ballerino di Les Ballets de la Renaissance Africaine ”Waato Siita” e lavora abitualmente con Youssou Ndour. Figlio d’arte, – suo padre, Bouly Sonko, era

PER INFORMAZIONI: www.associazionetamra.wix.com/home – fb TRIBALTOWNFEST

TORINO CASA NEL PARCO 06-07-08-09 LUGLIO
il direttore artistico di L’Ensemble national de Ballet, La Linguere in Senegal – Sonko ha sei fratelli e otto sorelle, tutti ballerini e musicisti.

SABATO 8 LUGLIO
ORE 21.30 TATE’ NSONGAN
Musicista, compositore, polistrumentista originario del Camerun. Impara a suonare già da bambino gli strumenti della tradizione africana. Si stabilisce in Italia per effettuare alcune tournée con l’Ensamble Choreographique Les Genies Noirs de Douala, gruppo di musiche e danze rituali. Percussionista e seconda voce del gruppo torinese Mau Mau, partecipa a tutte le tournée e alla registrazione dei numerosi dischi. Fondatore del gruppo musicale Kin Koba, pubblica per Le Edizioni Musicali de Il Manifesto il suo primo CD “Etnokult”, frutto della sua personale ricerca, che unisce tradizione e modernità. Da tempo collabora con vari artisti di livello internazionale e con Istituzioni, Enti ed Associazioni Italiane, per rendere fruibile la sua cultura d’origine e per sensibilizzare all’intercultura. Collabora con Saba, con cui partecipano a numerosi festival e progetti. Dà un importante contributo al disco “Jidka” (World Music Network), sia in qualità di compositore, che di musicista. Pubblica il CD del suo nuovo progetto musicale “TatèNsonganTrio”. Realizza il progetto Sinfonia Migrante con il suo quartetto, l’Orchestra Stradivari- Monteverdi di Cremona e il Coro di voci femminili della Facoltà di Musicologia di Pavia. Crea la colonna sonora dello spettacolo teatrale “Rajo”: è in scena, insieme all’attrice e ideatrice Suad Omar, regia di Gabriella Bordin.

ORE 22.30 BALLA NAR NDIAY ROSE E AFRICAN GRIOT DI MILANO
Il direttore artistico e tamburo maggiore, Balla Nar Ndyae Rose, è un noto percussionista: ha appreso l’arte della musica e del Sabar dal padre Doudou N’Diaye Rose. Attualmente con sede a Milano, African Griot è una compagnia composta da 16 elementi tutti provenienti da Dakar. African Griot è contaminazione: al suo interno spesso ospiti speciali per creare nuove e sperimentali esecuzioni. Il nome si riferisce alle loro origini e al profondo significato di questa appartenenza espressa nell’arte. Il griot è un poeta e cantore che svolge il ruolo di conservare la tradizione orale degli antenati e aveva anche il ruolo di interprete ed ambasciatore. Il griot era il portavoce del re presso il popolo, e spesso fungeva da intermediario nelle relazioni diplomatiche del re con ambasciatori di altri regni. Come gruppo partecipano a diversi spettacoli a Milano ed in tutta Italia: la notte delle percussioni al Teatro Piccolo di Milano, al Suq di Genova, Milano Danza Expo, Spiagge Soul a Marina di Ravenna, Milano City Marathon e vengono chiamati per eventi pubblici, nelle piazze e nei maggiori teatri nazionali come festa del primo maggio, carnevale di Arcore, la fiera del Design, la festa dei popoli, e privati. Hanno ottenuto diversi riconoscimenti come il primo posto al Concorso per Musicisti Africani in Italia all’Auditorium Flog di Firenze.

DOMENICA 9 LUGLIO
ORE 21.30 JAZIRA
Dall’esperienza pluriennale dei suoi fondatori (Arezki – percussioni; Nabil – violino; Vittoria – canto, danza; Federico – chitarra; Bouzekri – liuto, chitarra e canto; Khalid – darbouka), nasce a Torino, nel 2010, la formazione musicale JAZIRA: come un’ “isola” circondata da mari diversi, cangianti, ma pur sempre in continuo contatto tra loro, così il gruppo di musica mediterranea JAZIRA, oggi, propone un repertorio musicale che mescola ritmi arabi, berberi, italiani, … lasciando ampio spazio all’improvvisazione e alla creazione di nuove armonie.

PER INFORMAZIONI: www.associazionetamra.wix.com/home – fb TRIBALTOWNFEST

TORINO CASA NEL PARCO 06-07-08-09 LUGLIO PROGRAMMA STAGE:

// DANZA:

SABATO 8 LUGLIO
H10-12 / SALY DANSE / Afro tradizionale del Mali H12.30-14.30 / SOLO DIEDHIOU / Doun Doun
H15-17 / ROSSELLA XILLOVICH / Afro Contemporanea H17.30-19.30 / SOLO DIEDHIOU / Sabar
DOMENICA 9 LUGLIO
H10-12 / SALY DANSE / Afro tradizionale del Mali H12.30-14.30 / SOLO DIEDHIOU / Doun Doun
H15-17 / SIMONA BRUNELLI / Afro Contemporanea H17.30-19.30 / SOLO DIEDHIOU / Sabar

// PERCUSSIONI:

SABATO 8 LUGLIO
H11-13 / BALLA NAR NDIAYE ROSE / Sabar H16-18 / CHEIKH FALL / Djembe
DOMENICA 9 LUGLIO
H11-13 / BALLA NAR NDIAYE ROSE / Sabar H16-18 / CHEIKH FALL / Djembe

// COSTI:

1 LEZIONE (2 ore) 30€
2 LEZIONI (4 ore) 50€
3 LEZIONI (6 ore) 75€
4 LEZIONI (8 ore) 95€
5 LEZIONI (10 ore) 110€
Il prezzo è comprensivo di tessera associativa Tamra

// INFO E PRENOTAZIONI:

+39 351 018 8139 / tribaltown@yahoo.com

PER INFORMAZIONI: www.associazionetamra.wix.com/home – fb TRIBALTOWNFEST